Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )

FORUM DIFESA SI E' TRASFERITO

LINK AL NUOVO FORUM

IN CASO DI PROBLEMI USATE LA SEZIONE "SCIALUPPA DI SALVATAGGIO"




Pagine : (139) [1] 2 3 ... Ultima »  ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topic

> Aree di Crisi: Vicino/Medio Oriente 3
Rick
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 14:53
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



QUOTE
Ah, beh meg-...scusata peggio di cosi non si può andare, o no?


E' lei che ha chiesto cosa potrebbe succedere biggrin.gif

E non è finita: se sapevamo che USA e URSS non avrebbero mai fatto la guerra tra loro perchè avevano le nukes, così non vale per la Turchia ed Israele



--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Badman
  Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 15:48
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2280
Utente Nr.: 170
Iscritto il: 12-Nov-2009



*scusate

Sign. Rick il problema è che Israele ha proprie bombe nucleari, e se vedesse minacciata la sua esistenza non credo abbia scrupoli a lanciarne qualcheduna su Turchia, Egitto, Siria etc...

Ciò mi spaventa non poco, citando mio padre: "Da quando Israele esiste è continuamente in guerra, l'occidente è in guerra"

Messaggio modificato da Badman il Domenica, 18-Set-2011, 15:49


--------------------
A TUTTI GLI UTENTI, LEGGETE LA DISCUSSIONE SUL CAMBIO PIATTAFORMA: LINK
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv















Top
Exall
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 18:57
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Dunque dunque, la Turchia vorrebbe entrare nell'Europa.
Ma prima ancora di entrare a farne parte, dimostra chiaramente di non rispettarne i principi e pone un dictat che di fatto va a ledere i diritti di uno stato membro.

Già questo dovrebbe chiaramente rispondere all'articolo postato qualche tempo fa a favore della turchia in Europa.

Però, visto che stiamo in Italia, riusciamo a metterci del nostro:
L'Europa "non può permettersi di perdere la Turchia. " (fonte televideo), un'altra affermazione che Frattini si poteva risparmiare. Quindi, secondo il nostro signor Ministro, nel caso non si riuscisse a concludere gli accordi tra i due paesi succitati, che dovremmo fare? Prendere a calci nel didietro uno stato già membro per ossequiarne uno più grande? Bell'idea di Europa, davvero.

Sicuri che un giornale "Tracia Times" non sia una bella idea? asd.gif
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 19:24
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



mi pare che la turchia brami molto meno di entrare in europa .
l' economia turca sta tirando ad un ritmo che l' europa si sogna mentre da noi non si parla altro che di default , tagli e tasse .
mi pare che l' europa abbia molte meno attrattive di un tempo , anche per chi ne fa parte

Messaggio modificato da Massimo jr il Domenica, 18-Set-2011, 19:26
PMEmail Poster
Top
Rick
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 19:25
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



La Turchia voleva entrare in Europa.

Usi il passato Sig Exall, oggi ad Erdogan di entrare nell'UE non gliene può importare di meno.


--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 20:03
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Perfetto, posso esser d'accordo che la Turchia preferisce (non è detto che preferirà) acquisire un pò di peso nel suo ambiente, come non è detto che alla fine si sia trattata di una sparata propagandistica (la frase a quanto pare è stata detta durante una visita nel nord di Cipro)...
però non si capisce come possa mancare una risposta degna di tale esternazione.
Almeno finora non ho letto niente del genere, anzi... anzi ci sono le affermazioni di Frattini.
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 20:18
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



Mi pare che noi si abbia un certo interscambio economico con la turchia , gia' ai tempi di Ocalam abbiamo dovuto far marcia indietro , figurarsi oggi che siamo con le braghe di tela .
non possiamo permetterci di scontentare nessuno .
PMEmail Poster
Top
Emanuele
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 22:10
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 3712
Utente Nr.: 82
Iscritto il: 15-Mag-2009



QUOTE (Rick @ Domenica, 18-Set-2011, 18:25)
La Turchia voleva entrare in Europa.

Usi il passato Sig Exall, oggi ad Erdogan di entrare nell'UE non gliene può importare di meno.

E' ovvio. Quanti anni erano che le trattative andavano avanti senza che i turchi vedessero un punto d'arrivo?
PMEmail Poster
Top
Rick
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 22:19
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



E' vero Sig Emanuele, noi abbiamo non siamo mai stati capaci di dare ai turchi una risposta definitiva (si / no) lasciandoli in un limbo che, alla fine, ha stufato pure loro.


--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Pallino
Inviato il: Domenica, 18-Set-2011, 22:22
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 3220
Utente Nr.: 54
Iscritto il: 29-Mar-2009



Gli Europei hanno fatto molti investimenti in Turchia. Sperem Ben.


--------------------
Senatus.PopulusQue.Isaurum
PERPETUA
ET FIRMA
FIDELITAS

Quando il fanatismo ha incancrenito il cervello, l'infermità è incurabile. (VOLTAIRE)
PMEmail PosterUsers Website
Top
Rick
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 00:08
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



A proposito di cupissimi segnali che arrivano dalla Turchia:

cablo

Giusto due frasi per intenderci

Defense industrial cooperation, historically the strongest area of US-Turkish bilateral relationship, has deteriorated in recent years. No US firm has won a direct commercial sale (DCS) since 2002 and post-contract negotiations hamper the few US direct sale and FMS projects that are approved. Onerous terms and conditions (T&Cs) in SSM's new "standard" contract may keep US firms out of three large tenders. The military insists it prefers US equipment but claims it has little influence over defense purchases. The Turkish Land Forces Command (TLFC) has quietly expressed an interest in the Foreign Military Sales (FMS) program. SSM U/S Murad Bayar stresses his interest in US defense competition, but has made little effort to change the contract terms.

Dentro, anche se è un argomento ristretto, c'è tutto: il declino dell'influenza americana e quindi occidentale sulla Turchia derivante dal declino della capacità dei militari turchi di modificare le decisioni del governo.


--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 04:33
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



gia' , la democrazia , un Paese diretto da un governo scelto dal popolo e non sottoposto a tutela dei militari è proprio un segnale cupissimo . -fischiet.gif

Messaggio modificato da Massimo jr il Lunedì, 19-Set-2011, 04:36
PMEmail Poster
Top
Rick
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 11:52
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



Si parlava due giorni fa di Turchia, Grecia, Cipro e petrolio nel Mediterraneo Orientale....

Ecco qua: Notizia (da information dissemination, fonte seria)

I ciprioti hanno appena firmato un contratto per incominciare le ricerche di petrolio e gas offshore

I turchi non riconoscono l'esistenza dello stato di Cipro, e hanno dichiarato che in risposta istituiranno una ZEE.

Paradossalmente i russi stanno dalla stessa parte degli americani in questa contesa, e hanno inviato come gesto dimostrativo due SSN al largo di Cipro a sostegno dei diritti di Cipro (sono in Med in questo momento).

E l'Europa che fa? Erdogan se ricordate ha provocato anche noi, dichiarando che romperà le relazioni diplomatiche con l'UE quando Cipro assumerà la presidenza di turno la prossima estate.

Sono tanti tasselli che a metterli in fila fa impressione. C'è anche il cablo che avevo postato ieri sera, sul raffreddamento delle relazioni militari turco-americane.

Certo che Erdogan rischia di isolare il suo paese se continua su questa china. La Turchia non è mai stata amica della Russia, ora che è in rotta anche con il mondo occidentale che gli rimane?


--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 12:26
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Un aspetto interessante della vicenda è che la Tuchia non confina più con la russia/unione sovietica. Da una parte Bulgaria, Romania, Ucraina e Moldovia a fare da cuscinetto. Dall'altra gli stati caucasici.
La questione principale per cui era stata tenuta in piedi dopo la prima guerra mondiale sta venendo a mancare.

Sul fatto che sia stata la lunga attesa nei rapporti con l'UE a farla decidere su questa linea... direi proprio di no. La Turchia non accetta ne accettava Cipro, per cui era proprio da barzelletta accelerare l'integrazione di un paese che non rispettava l'esistenza di un paese già membro. E alle risposte in tal senso la turchia ha allegramente glissato. Per cui inutile prendersi in giro, la Turchia voleva entrare, ma a modo suo.
Ed era un modo non conforme allo spirito dell'UE. Non è che sia strano che poi si è tirato per le lunghe. Anche se per me si faceva meglio a dire no e basta, almeno ci risparmiavamo i tristi teatrini di questi giorni.

Altro aspetto interessante. La Turchia, da molti anche qui omaggiata e portata sul palmo della mana per l'atteggiamento avuto in Libia, dimostra l'altro faccia della medaglia nei perennemente tesi rapporti con Cipro.

Ora, vorrei anche capire un atteggiamento come quello suggerito dal signor Massimojr circa il fatto di non andare a inimicarci nessuno in questo particolare momento, ma da parte nostra si è fatto di peggio, e parecchio. Le dichiarazioni di Frattini sono uno schiaffo allo spirito europeo, faceva miglior figura, tanto per cambiare, a non dire proprio niente.
E, dall'altra parte dei confini, trovo imbarazzante anche l'atteggiamento di parlamento e commissione europea. La Ashton, che tanto aveva gridato in occasione dell'intervento in Libia, non ha rilasciato finora il minimo commento sulla vicenda che riguarda direttamente un paese membro.
Insomma, buoni a metter vincoli sui forni a legna per le pizze, incapaci di difendere un proprio membro. Stiamo messi proprio bene.
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 12:57
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



QUOTE (Exall @ Lunedì, 19-Set-2011, 11:26)
Un aspetto interessante della vicenda è che la Tuchia non confina più con la russia/unione sovietica. Da una parte Bulgaria, Romania, Ucraina e Moldovia a fare da cuscinetto. Dall'altra gli stati caucasici.
La questione principale per cui era stata tenuta in piedi dopo la prima guerra mondiale sta venendo a mancare.


Veramente non è che la turchia sia stata " tenuta in piedi " .
con la sconfitta del 1918 ed il trattato di Sevres non solo i possedimenti dellex impero turco ( iraq , siria etc ) venivano divisi tra i vincitori ( tranne noi , ovvvio biggrin.gif ) , ma pure la penisola anatolica era destinatata ad essere o incorporata dai vincitori o spartita in varie zone di influenza " .
La rivolta kemalista , chiamata dai turchi guerra di indipendenza porto' alla fine del trattato di Sevres ed a un nuovo accordo , il trattato di Losanna , detto trattato riconosceva l' indipendenza della Turchia , in pratica niente spartizioni , zone di influenza etc , la penisola anatolica era turca e di nessun altro .
tutto cio' non fu ottenuto senza spargimento di sangue , i greci che intendevano mettere le mani su vaste parti del anatolia ebbero quasi 40.000 mila morte nel tentativo , fallito ,di raggiungere l' obiettivo

http://en.wikipedia.org/wiki/Greco-Turkish...%281919-1922%29

Messaggio modificato da Massimo jr il Lunedì, 19-Set-2011, 13:01
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 13:58
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



All'Italia dovevano andare le zone di Antalia dove c'era qualche miniera di carbone.
A parte la Grecia, la reazione internazionale all'annullamento del trattato furono assenti, nonostante che si violò il principio di nazionalità (dando l'avvio al genocidio armeno).
Proprio in quegli anni, al confine nord-est, si cercava di contenere i bolscevichi, fallendo in pieno. Uno stato abbastanza forte subito a sud invece che una miriade di staterelli dava qualche garanzia di contenimento in più.
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 14:58
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



Il genocidio armeno avvenne sostanzialmente durante la prima guerra mondiale .
Tra il 1919 e 1922 gli eccidi continuarono ma il conflitto etnico / religioso riguardo' piu' che altro greci e turchi , con massacri da ambo le parti e pulizia etnica finale ottenuta con espulsioni di turchi dalla grecia e di greci dalla turchia
Su wiki c' è una pagina sulla questione , molto utile per capire come mai i greci ed i turchi si amino tanto -fischiet.gif

http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_greco-...ca_d.27Anatolia
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 15:33
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



L'amore turco-greco è di parecchio anteriore, quasi mille anni, e risale ai tempi delle migrazioni da est ad ovest dei turchi. Credo che l'apice di queste effusioni si sia manifestato con la scampagnata fatta a Costantinopoli.
PMEmail Poster
Top
blade_runner
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 15:50
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 1740
Utente Nr.: 9
Iscritto il: 19-Mar-2009



sig exal come solo mille anteriore??? , é dalle guerre persiane e dai tempi delle poleis che si scambiano dimostrazioni d' affetto

un film assolutamente non fedele dal punto di vista storico ma , almeno rende l idea

http://www.youtube.com/watch?v=d1Pk2kS7G_M

Messaggio modificato da blade_runner il Lunedì, 19-Set-2011, 15:52


--------------------
vuoi più di 2,7GB per i tuoi backup on line ? condividere file ? sincronizzare 2 pc e magari anche il tuo iphone o android?
clicca http://db.tt/sc9gQba e installa dropbox ,otterremo entrambi 500mb di bonus .dropbox è GRATIS ed è facile da usare come un copia e incolla
user posted image
PMEmail Poster
Top
Iscandar
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 15:55
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 238
Utente Nr.: 57
Iscritto il: 02-Apr-2009



vedere 300, se proprio non si vuole aprire un libro


--------------------
user posted image
PMEmail Poster
Top
Nikita
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 16:49
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 2242
Utente Nr.: 24
Iscritto il: 19-Mar-2009



Cipro - Grecia - Turchia.

"batti il ferro finché é caldo". Erdogan sembra attenersi a questo detto.

Tensione in aumento

il PM turco ha in mente un piano complesso. Prima ha usato la UE per neutralizzare i militari, poi iniziato a prendere le distanze da Israele. In seguito ha deciso di far da sponda diplomatica all'Iran. Ora, con Cipro, si torna al confrontro con la Grecia.

Molto dipenderà da come la Grecia vorrà giocare la partita. La Turchia ha probailmente fatto il conto che l'attuale Grecia non ha energie per iniziare un conflitto e quindi gioca d'anticipo. Il nemico greco è esausto e prima che si confermi chiara e forte una presenza israeliana a fianco dei greci meglio mostrare i denti.

Il problema è se il mostrar i denti non dovesse essere sufficiente si dovrà passere ad altro livello pena la perdita della faccia.

In questa parte del mondo è nato un nuovo problema, come se non ce fossero già abbastanza.

Messaggio modificato da Nikita il Lunedì, 19-Set-2011, 16:50


--------------------
------------------------------------------------------------------
"A volte i nostri destini si concentrano sulla punta di una baionetta "

John F. Kennedy

"Rimossa la persona, rimosso il problema "

Iosif Vissarionovič Džugašvili (detto Stalin)
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 16:56
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



Faccio notare che per sfruttare giacimenti di gas etc occorre che vi sia tranquillita' , pochi metterebbereo a rischio i costosi investimenti da fare in una zona poco tranquilla .
Probabilmente si vuole raggiungere una posizione favorevole per negoziare .
mi riferisco a tutti .
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 16:59
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Emh... No.

Le popolazioni turche sono popolazioni originarie delle zone degli stan/cina occidentale. Furono protagoniste di migrazioni di massa intorno al V secolo, diversificandosi e colonizzando diversi territori, come la Turchia, che prende il nome appunto dal popolo che vi si è insediato.
Le prime apparizioni di una certa rilevanza nell'asia minore risalgono al X secolo, quando si pongono ai servizi di Bizantini o Arabi, arrivando alla fine a costituire un nuovo centro di potere e a scalzare i bizantini dal controllo dell'asia minore prima, e della Tracia e della Grecia dopo, per poi infine prendere anche Costantinopoli.
Nel 1071 c'è la cocente sconfitta di Manzicerta, in seguito alla quale i turchi impongono il loro controllo sull'anatolia.

I "persiani" invece sono un popolo indoiranico, la cui presenza nell'area della mezzaluna fertile risale a mezzo millennio AC circa, mentre la presenza nella zona dell'altopiano iranico è molto precedente, credo un paio di millenni avanti cristo.

Detto in altre parole, la presenza turca in turchia è un'evento storico molto posteriore alle lotte tra greci e persiani.
Sempre se non si vuole aprire un libro.
PMEmail Poster
Top
Emanuele
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 17:09
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 3712
Utente Nr.: 82
Iscritto il: 15-Mag-2009



U.S. to Netanyahu: Don't sanction Palestinians following statehood bid at UN
http://www.haaretz.com/print-edition/news/...-at-un-1.385233

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare. Tradotto significa che quando saltano i nervi si mostra la vera faccia e voglio proprio vedere come insabbieranno stavolta i media occidentali se Netanyau darà ascolto a certi gentiluomini del suo governo.
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 17:10
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



I turchi propriamente detti arrivarono si' molto dopo rispetto a Leonida biggrin.gif ma c' è da dubitare che il grosso degli abitanti dell atuale turchia discenda dai turchi propriamente detti .
Una semplice osservazione , basta guardare una foto di Erdogan o di Kemal Ataturk per rendersi conto che non assomigliano un granche ' a gente di stirpe orientale , come gli antichi turchi



Messaggio modificato da Massimo jr il Lunedì, 19-Set-2011, 17:11
PMEmail Poster
Top
Iscandar
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 17:18
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 238
Utente Nr.: 57
Iscritto il: 02-Apr-2009



mi sembra un po' di ceppo ariano... piuttosto che della cina occidentale


--------------------
user posted image
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 17:27
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



E' sufficiente vedere un attimo su wikipedia che la popolazione propriamente "turca" in quanto di etnia turca e non di cittadinanza turca, corrisponde a circa il 75% della popolazione.
Poi è ovvio che non ci si può aspettare che siano tutti di etnia turca, ma il 75% mi sembra una bella fetta.
Così come è possibile notare che della componente greca, un tempo predominante nell'asia minore, non è rimasto praticamente niente.

Un pò come le emigrazioni europee che hanno investito nord america e australia. Così come in queste zone c'è una netta predominanza occidentale, allo stesso modo l'asia minore è stata protagonista di una migrazione e una massiccia colonizazione da parte turca.

Colonizzazione che ricordo risale a circa il X secolo dopo cristo.
Per cui mi sembra perfettamente lecito parlare di reciproci scambi di effusioni tra greci e turchi da circa mille anni. Siamo d'accordo o vogliamo altre pagine di sterile polemiche? laugh.gif
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 17:40
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



Parliamo della stessa wikipedia ? biggrin.gif

io qui vedo

Nelle terre più ad ovest, in particolare in Turchia e in Azerbaigian, gran parte della popolazione mostra tratti tipicamente europoidi [I]di tipo mediterraneo: pelle olivastra, capelli e occhi scuri. Ciò potrebbe spiegarsi considerando che nell'antichità in Anatolia era diffuso il tipo fisico mediterraneo; una volta giunti in queste terre, i conquistatori ottomani, minoritari dal punto di vista numerico, si mescolarono ai locali abitanti. Può sembrare strano pensare ai moderni turchi d'Anatolia come ad un popolo di origine mongola: eppure, tra i primi turchi erano assai diffusi tratti tipicamente mongoloidi. Ancora oggi in Turchia una piccola parte della popolazione mostra alcuni tratti di questo tipo fisico
[/I]
ed ancora

D'altro canto, le indagini di Luigi Luca Cavalli-Sforza sembrano suggerire che il contributo di origine asiatico-siberiana, e quindi genuinamente turca, alla popolazione anatolica ammonti al massimo all'1%.

http://it.wikipedia.org/wiki/Turchi#Geneti...opologia_fisica
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 18:08
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Si, stessa wikipedia:
"L'articolo 66 della Costituzione turca definisce un "Turco" "chiunque sia legato allo stato turco per mezzo del vincolo della cittadinanza", quindi, l'uso legale del termine "turco", come cittadino della Turchia è diverso dalla definizione etnica . Tuttavia, la maggioranza della popolazione turca è di etnia turca. Essi sono stimati al 70-75% dalla CIA[14] e al 76,0% da un sondaggio del quotidiano Milliyet, compiuto nel 2007."

Ed infatti, dalle virgolette del signor Massimojr:
"Può sembrare strano pensare ai moderni turchi d'Anatolia come ad un popolo di origine mongola: eppure, tra i primi turchi erano assai diffusi tratti tipicamente mongoloidi."

Poi è ovvio che mescolandosi con la popolazione preesistente i tratti si sono mescolati, ma la "turchia" è nata dalle migrazioni che l'hanno investita nel X secolo. In precedenza, i popoli della Grecia dovevano vedersela con i persiani o con gli arabi. Dopo le invasioni del X secolo ad opera dei turchi, i greci persero il controllo dell'anatolia e progressivamente anche il controllo della Grecia.
PMEmail Poster
Top
Rick
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 18:49
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



Suvvia Signori, possiamo concludere che è molto tempo che greci e turchi non sono partecipi di un amore fraterno per il reciproco vicino? biggrin.gif

Il fatto nuovo è che, come se non ci fossero abbastanza problemi in giro per il mondo, ne sta nascendo uno nuovo a due passi da casa.

E' proprio vero, la fine della guerra fredda e del concerto sovietico-americano con cui veniva gestito il mondo, ha portato una marea di instabilità.
Altro che fine della storia!


--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Badman
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 18:56
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 2280
Utente Nr.: 170
Iscritto il: 12-Nov-2009



Citando Pirandello

QUOTE
Basta che lei si metta a gridare in faccia a tutti la verità. Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazza.


-fischiet.gif


--------------------
A TUTTI GLI UTENTI, LEGGETE LA DISCUSSIONE SUL CAMBIO PIATTAFORMA: LINK
PMEmail Poster
Top
madmike
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 19:02
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 10617
Utente Nr.: 13
Iscritto il: 19-Mar-2009



E' solo un altro capitolo del problema cipriota esistente dal 1925, non credo sia risolvibile in termini oggettivi, dal momento che la Turchia accampa i diritti revenienti (a suo dire) dal possedimento ottomano secolare, e la Repubblica di Cipro e' lo stato riconosciuto.

Ovvio che averla introdotta nella UE, con la Turchia che bussava alla porta, e' un altro di quei colpi di genio che l'Europa poteva risparmiarsi.

Non credo che a parte le solite sparate questa cosa porti da nessuna parte.

PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 19:57
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Anche la Grecia era possedimento secolare dell'impero ottomano. Quindi che si fa, facciamo tornare i greci sotto i turchi così non si lamentano più?
Stessa cosa per la bulgaria, l'albania, mezza romania, medio oriente, egitto, coste del mar rosso e non so quante altre cose.

Che facciamo, rinneghiamo un bel pò di nazioni sennò i turchi si offendono e non fanno più affari con noi?
PMEmail Poster
Top
madmike
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 20:16
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 10617
Utente Nr.: 13
Iscritto il: 19-Mar-2009



Non so: facciamo così?

La mia valutazione e' che questa 'crisi' si inserisce in un contesto oggettivamente irrisolvibile, visto che l'isola e' spaccata in due, il nord e' sostanzialmente una provincia turca, e nessuno dei due contendenti lascierà mai perdere.

Credo che come tutte le altre volte si ricomporrà, magari con una spartizione delle risorse.

PMEmail Poster
Top
Giacomo
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 20:41
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 1602
Utente Nr.: 119
Iscritto il: 09-Ago-2009



Eh, no! La turchia prima era possedimento secolare dell' impero Romano! E pure l' Inghilterra, la gallia, l' ispania e l' illiria.
Inoltre, le liti tra turchi e greci sono quasi sicuramente anteriori anche ai persiani e leonida, perchè pare che un contadino di origine turca abbia pestato un callo a un suo vicino cittadino greco ionico nel 2300 a.c., che la prese a male e gli sgonfiò la ruota del carro con un cacciavite. E da lì...

Sarcasmo a parte, avete notato il silenzio totale dei telegiornali a riguardo? Si che la crisi economica ci riguarda più da vicino, ma almeno un titoletto a metà tg ci starebbe. Anche i quotidiani non mi pare diano molta rilevanza alla cosa.
PMEmail Poster
Top
madmike
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 21:31
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 10617
Utente Nr.: 13
Iscritto il: 19-Mar-2009



E' un contenzioso economico, parlando di economia ci sono notizie oggettivamente più importanti. Comunque Euronews ne ha parlato.
PMEmail Poster
Top
pilotadelladomenica
Inviato il: Lunedì, 19-Set-2011, 22:59
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 2309
Utente Nr.: 53
Iscritto il: 29-Mar-2009



sicuramente qualcuno avrà fatto ricerche genetiche in Anatolia. Chissà con quali risultati. E' vero però che i turchi di oggi di asiatico hanno mediamente poco nei lineamenti.

Nessuno ricorda però che l'Anatolia prima dei Turchi era abitata, almeno al suo interno...da celti!

I famosi Galati che fondarono tra l'altro la città di Ankara.

Poi un altro doveroso ricordo storico, i greci tutto sommato furono sottomessi politicamente dagli ottomani ma lasciati liberi di restare greci e cristiani. Quindi i turchi durante il loro impero si comportarono meglio di noi occidentali che saccheggiammo Costantinopoli e tiranneggiamo i locali nel XIII secolo. La tomba di Costantino il Grande la profanarono franchi e veneziani, mica i turchi.

Invece i greci si comportarono MOLTO male con i Turchi nel 1920 e dintorni. Con il risultato che quando le armate greche si fecero sconfiggere in Anatolia la vendetta turca fu assai dura. Smirne e Trebisonda cessarono solo a quel punto di essere città prevalentemente greche e cristiane.

Messaggio modificato da pilotadelladomenica il Lunedì, 19-Set-2011, 23:01
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 11:27
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Signor PdD, i Galati controllavano giusto uno spicchio dell'anatolia. A sud c'erano popolazioni fenicie, a ovest erano in buona parte greci, a est c'era un grande regno armeno, insomma, era una realtà ben diversificata... ma non c'erano turchi.
Sui tratti... sarei curioso di conoscere i risultati di indagini genetiche che faranno tra circa 800 anni per confrontare australiani e americani, e vorrei vedere quanto avranno in comune, magari inizieranno a dubitare che sono frutto di emigrazioni partite dall'europa -fischiet.gif

Sui Turchi... Maometto II entrando a Costantinopoli ordinò ai suoi di fare quello che volevano con la popolazione, gli edifici erano suoi. Così come è vero che prima delle venuta dei turchi, la turchia era cristiana e Costantinopoli uno dei due principali centri della cristianità (per l'est di molto superiore a Roma come importanza). Tutte realtà che vennero a mancare dopo la calata turca.
Per cui, trovo che simili argomenti siano un pò troppo politically correct.

Quanto alla controversia economica... dimostra tutta la ragionevolezza turca! Certo che abbandonare Cipro a se stesso perché altrimenti la Turchia si offende... mi fa tanto ricordare la vicenda di Capodistria abbandonato alla Jugoslavia per ingraziarci questo stato...
PMEmail Poster
Top
Emanuele
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 11:39
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 3712
Utente Nr.: 82
Iscritto il: 15-Mag-2009



Più puntuale di un treno giapponese ecco la bomba nel centro di Ankara
Potrà anche essere alla fine lo scoppio accidentale di una bombola di gas, ma dato il tempismo si può cominciare a fare dietrologia.
http://www.corriere.it/esteri/11_settembre...=box_primopiano
PMEmail Poster
Top
Rick
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 12:20
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



Oggettivamente c'era ben poco che l'Italia potesse fare per riottenere Capodistria dopo la WWII. La colpa è del tipo sul balcone che pensava di poter sconfiggere inglesi, russi e americani assieme


--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 12:49
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Possiamo essere d'accordo che l'abbiam persa per le scelte scellerate fatte a suo tempo, però ricordo bene un ottimo articolo letto su Pagine di Difesa qualche anno fa che descriveva le macchinazioni e gli accordi fatti per svendere definitivamente capodistria in cambio di un miglioramento dei rapporti con la jugoslavia.
PMEmail Poster
Top
Rick
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 17:26
Quote Post





Gruppo: Admin
Messaggi: 7857
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 18-Mar-2009



Mi è sfuggito. Me lo linka per favore? wink.gif


--------------------
"Difficile scegliere tra gli imbecilli che vogliono cambiare tutto e i mascalzoni che non vogliono cambiare niente"
(Gesualdo Bufalino)
PMEmail Poster
Top
Massimo jr
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 17:50
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 6232
Utente Nr.: 68
Iscritto il: 16-Apr-2009



PMEmail Poster
Top
madmike
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 18:44
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 10617
Utente Nr.: 13
Iscritto il: 19-Mar-2009



Su Osimo (che e' largamente OT, anche perchè la situazione cipriota e' notevolmente diversa) un bel commento di Sergio Romano sui fatti.

http://archiviostorico.corriere.it/2007/fe...070215037.shtml
PMEmail Poster
Top
Exall
Inviato il: Martedì, 20-Set-2011, 18:58
Quote Post





Gruppo: Members
Messaggi: 5662
Utente Nr.: 75
Iscritto il: 26-Apr-2009



Si, insomma, tante parole per dire che fu un bell'errore frutto della solita analisi sbagliata.

Sulla questione della bomba ad Ankara, la turchia si è data da fare ultimamente:
-offensiva in territorio iraqeno contro il pkk. Circa 90 morti.
Link
-crisi diplomatica con Israele
-Crisi diplomatica con Cipro
-Attriti con l'Europa e dictat
Se non nevrastenico ci manca poco. Si direbbe stiano pensando molti nemici molto onore. Mi chiedo cosa direbbe Ataturk di quello che sta facendo Erdogan.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (139) [1] 2 3 ... Ultima » Reply to this topicStart new topic

 



[ Script Execution time: 3.2145 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]